Piccola Posta

piccola postaIo sottoscrivo. Dal “Il Foglio” di sabato 26 gennaio.

Inverno (4)

Ma tu che vai, ma tu rimani
Vedrai la neve se ne andrà domani
Rifioriranno le gioie passate
Col vento caldo di un’altra estate.

Fabrizio de Andrè “Inverno”, 1968.

inverno 5Moirano, Acqui Terme.

 

Giornata della Memoria

Son morto con altri cento, son morto ch’ero bambino,
passato per il camino e adesso sono nel vento e adesso sono nel vento.
Ad Auschwitz c’era la neve, il fumo saliva lento
nel freddo giorno d’inverno e adesso sono nel vento, adesso sono nel vento.
Francesco Guccini “La canzone del bambino nel vento”, 1964.
mario 03Auschwitz, 2016. Fotografia di Mario Lanero.

Inverno (3)

Viene Gennaio silenzioso e lieve, un fiume addormentato
fra le cui rive giace come neve il mio corpo malato, il mio corpo malato…
Sono distese lungo la pianura bianche file di campi,
son come amanti dopo l’avventura neri alberi stanchi, neri alberi stanchi…

Francesco Guccini “Canzone dei dodici mesi”, 1972.

inverno 4Dedicata all’amica F. che adora la neve…

Nairobi (10)

nairobi 44

nairobi 45Ecco lasciamo il Neema Hospital e Nairobi con questa immagine: una nuova vita è arrivata. Le auguriamo tutto il bene possibile. E un grazie di cuore al mio amico Gianfranco Morino per tutto quello che fa e naturalmente per l’ospitalità. Vi aggiornerò nei prossimi giorni sui progetti futuri e grazie ai miei compagni di viaggio: Enrico, Giorgio e Marco. Asante sana!