Inverno (17 fine)

Fiori rosa, fiori di pesco, c’eri tu
Fiori nuovi, stasera esco, ho un anno di più
Stessa strada, stessa porta

Scusa se son venuto qui questa sera
Da solo non riuscivo a dormire perché
Di notte ho ancor bisogno di te
Fammi entrare per favore, solo
Credevo di volare e non volo
Credevo che l’azzurro di due occhi per me
Fosse sempre cielo, non è
Fosse sempre cielo, non è

Posso stringerti le mani?
Come sono fredde, tu tremi
No, non sto sbagliando, mi ami…

Lucio Battisti “Fiori rosa, fiori di pesco”, 1970.

2 pensieri su “Inverno (17 fine)

  1. dal 2 al 17 marzo, senza il Minasso blog, mi sono presa uno spavento. Cosa è successo? Non ci riprovare. Ci mancherebbe un momento di contentezza a fine giornata…un abbraccio da una affezionata M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...